mercoledì 9 settembre 2020

Sei veramente un candidato ecologista?

 



Spesso, durante le  fasi preelettorali, in particolare questa, scatta il fenomeno del Greenwashing.

Gran parte dei candidati si riempie la bocca, ma non il cervello e nemmeno di fatti, di temi ecologisti, attraverso un'operazione mediatica di greenwashing.

Ma cosa è greenwashing? E' una strategia di comunicazione di certe imprese finalizzata a costruire un'immagine di sé ingannevole sotto il profilo  della sostenibilità e il rispetto dell'ambiente

Il Greenwashing lo si usa anche in politica ed in particolar modo in questo periodo di aumentata sensibilità verso la tutela dell'ambiente.

Gli attivisti di Green Italia Campania lo sanno bene e per questo motivo hanno stilato un documento, degli ecoimpegni, un contratto tra elettori, ecologisti e candidati.

I candidati potranno sottoscrivere il documento sabato 12 settembre dalle 15,30 alle 19,00 presso palazzo Venezia in Via Benedetto Croce 19 Napoli.

Green Italia si impegna a diffondere, attraverso i propri canali, l'elenco dei candidati sottoscrittori, ma anche a controllare, nel caso venissero eletti se il patto sarà mantenuto.

Ecco gli ecompegni stilati dagli ecologisti di Green Italia


Io Sottoscritto Candidato alle elezioni Regionali del 2020, qualora venissi eletto, mi impegno affinchè la mia attività di Consigliere Regionale metta al centro del suo impegno istituzionale la tutela dell'ambiente, la qualità della vita urbana e di tutti i cittadini, la Green Economy e la solidarietà.


In particolare, mi impegno :


  • A votare sempre per gli interessi dell'ambiente e dei Campani anche se il mio voto non dovesse corrispondere alle scelte del partito di riferimento

  • A non approvare piani, progetti e delibere che comportino consumo di suolo, impatto ambientale e paesaggistico e a favorire, invece, azioni ed interventi per ridurre l'impermeabilizzazione di grandi aree, anche urbane

  • A rilanciare il ruolo degli Enti Parco a tutela della Natura e del Paesaggio (L.R. 33 del 1993 e L. 17 del 2003) della nostra Regione e, per tale motivo, ad approvare nomine di Presidenti di Parco che rispondano a principi di competenza e meritocrazia nel settore. Mi impegno altresì ad attivare proposte amministrative per ripristinare i consigli direttivi degli enti parco regionali con componenti aperti alla società civile e all'associazionismo ambientalista e ad ottenere l’istituzione di un corpo di guardiaparco per i parchi regionali

  • A proporre alla Regione Campania la costituzione di parte civile nei confronti di chi si rende responsabile di incendi della vegetazione e dei rifiuti


Inoltre, mi adopererò:


  • Per la realizzazione di progetti per la riforestazione urbana, per il disinquinamento e la riqualificazione ambientale dei corsi e degli specchi d'acqua, con particolare riferimento al Fiume Sarno ed ai Regi Lagni

  • A sostenere proposte di legge, iniziative e progetti per la rigenerazione urbana con particolare attenzione alle periferie e ai borghi minori

  • Per la concreta applicazione della legge sul solare, di cui la Regione Campania è già dotata, finora inapplicata, affinchè la Campania divenga una delle Regioni italiane maggiormente solarizzata e dotate di risorse rinnovabili, anche con l'uso di tecnologie innovative

  • Nel campo della Mobilità Sostenibile, per promuovere nuovi modelli di mobilità urbana articolati su vaste ZTL, reti ciclabili, il potenziamento del trasporto collettivo, forme innovative di carsharing e bikesharing e la dotazione di parcheggi di interscambio esterni alle città. Inoltre mi impegnerò affinché la Regione Campania si doti, come finora già fatto da tutte le altre Regioni italiane, del Piano di Mobilità ciclistica Regionale, anche per accedere ai notevoli fondi disponibili per le ciclovie nazionali

Per il potenziamento e la riqualificazione del trasporto collettivo, sia per le linee regionali di trasporto su gomma, sia per le vie del mare, sia per la Rete dei Servizi Ferroviari, ossatura portante del Sistema di Trasporto Regionale, con particolare attenzione alla rete EAV, e per le altre tratte regionali con grandi numeri di pendolari

Ad approvare nomine di Presidenti e Amministratori delegati solo se risponderanno alla logica delle competenze e del merito, per l’efficienza e l’efficacia di tali reti di trasporto pubblico

  • Ai fini della riduzione dell'inquinamento atmosferico, del quale le emissioni delle navi rappresentano una delle maggiori cause, mi impegnerò per quegli interventi che tendono a ridurre tali fenomeni come l'elettrificazione delle banchine e l'adozione di navi con nuove tecnologie meno impattanti. Mi impegnerò, in tal senso, ad avviare una riflessione collettiva, anche attraverso un’ipotesi di un nuovo aeroporto regionale, al fine di alleggerire i carichi su Capodichino e per altre iniziative di lotta al cambiamento climatico

  • A recuperare il rapporto tra le città costiere ed il loro fronte mare, affinché quest'ultimo torni di nuovo fruibile per i cittadini campani

  • A proporre, finalmente, una nuova legge regionale sul turismo, che sia moderna, sostenibile e responsabile, che difenda i residenti e gli artigiani dal fenomeno della cosiddetta “gentrificazione”, di impatti antropici nei centri storici, nei parchi e sulle coste e che sostenga operatori, residenti, associazioni impegnate nella promozione e valorizzazione sostenibile del territorio.

  • A leggere le leggi sui diritti animali e conoscerle come la Costituzione; a considerare che il principio base di questo rapporto tra noi e loro è il rispetto e l'etica; a diffondere - attraverso campagne serie, affidate a pubblicitari ed esperti di indubbia esperienza, che conoscano la normativa e la ratio alla base della stessa - del corretto rapporto uomo-animale, che specifichi i vari aspetti delle questioni che oggi mettono in difficoltà gli animali e noi. (Esempio: che la sterilizzazione è obbligatoria nei randagi e vivamente consigliata nei padronali; che non si addomesticano né si tengono in casa animali selvatici, etc.)